Il castello di Coriano

Una prima fortificazione nel 1202, appartenne alla chiesa di Ravenna, per passare ben presto nelle mani della famiglia Malatesta, che riedificò il Castello di Coriano nel 1440. Poco più di cento anni dopo, tramontato il potere malatestiano, giunsero i Sassatelli di Imola, di cui è visibile lo stemma sulla cinquecentesca porta d’ingresso della fortificazione, di cui restano la cinta muraria esterna, le torri poligonali e il doppio sistema di porte.

Alla famiglia Sassatelli fu data giurisdizione sul territorio corianese da Papa Clemente VII, nel 1528. In una casa del Castello, posta tra le due porte, è allestito l’Antiquarium, una mostra permanente di manufatti rinvenuti nell’area, tra cui ceramiche che vanno dal Trecento al Seicento, vetri quattrocenteschi, armi, monete, mentre nel cortile la grande ghiacciaia-neveria ottocentesca.