Ex colonia marina Dalmine

La colonia marina di Riccione di proprietà della Dalmine, progettata dall’architetto Giovanni Greppi (1884-1960), fu costruita nel 1936 su un appezzamento di terreno ubicato sulla litoranea Riccione-Rimini che si estende dalla spiaggia al terrapieno della ferrovia adriatica. L’edificio principale è caratterizzato da un ampio vestibolo alto quanto l’edificio stesso, al fine di favorire il ricambio d’aria.

Leggi tutto “Ex colonia marina Dalmine”

Villa Massani – Spina

Su questo edificio posto a ridosso della Via Flaminia a Riccione, non sono reperibili notizie in rete tranne che la datazione al XVIII secolo. La struttura comprende una villa, una torre, una casa rurale e una stalla/scuderia. E’ in totale stato di abbandono e, giorno dopo giorno, si sta lentamente consumando al punto che pare assai improbabile, se non impossibile, pensare a un piano di recupero.

Leggi tutto “Villa Massani – Spina”

Ex colonia Reggiana

La colonia Amos Maramotti (in seguito Reggiana) fu costruita nel 1934, in soli tre mesi, su progetto dell’ingegner Costantini. E’ composta di tre corpi di fabbrica, sfalsati e disposti in diagonale rispetto all’andamento della costa, così da avere i prospetti maggiori orientati verso est e verso ovest, secondo l’asse eliotermico, come prescritto dalle norme igienico sanitarie della tipologia edilizia.

Leggi tutto “Ex colonia Reggiana”

Resti Chiesa dei Padri Teatini

La chiesa di Sant’Antonio da Padova, più nota come chiesa dei Padri Teatini, era una chiesa cattolica di Rimini. Costruita tra il 1613 e il 1629 sulla precedente chiesa di San Giorgio Antico, fu distrutta dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale che colpirono Rimini tra il 1943 e il 1944. Della chiesa è rimasto un solo muro, affacciato ora sui giardini di piazza Teatini.

Leggi tutto “Resti Chiesa dei Padri Teatini”