Chiesa Santa Maria a Casalecchio di Rimini

La chiesa di Santa Maria a Casalecchio di Rimini è sperduta in mezzo alla campagna a pochi chilometri dalla costa e, nonostante non vi siano centri abitati definiti nella zona, ha una dimensione importante e, quel che più conta, è regolarmente attiva nelle funzioni religiose. E’ l’ennesima testimonianza di una profonda religiosità popolare nelle campagne della provincia di Rimini.

Probabilmente sorge in campagna proprio per offrire un punto di riferimento per gli agricoltori e i residenti di questa periferia rurale dove le case sono sparse nel territorio e una sola stradina le collega con i centri più vicini (Riccione e Rimini). Ma a differenza della costellazione di chiesine nelle campagne della provincia di Rimini, non solo non è abbandonata ma seguita, amata e curata.

Nel web non c’è menzione di questo edificio religioso seppure le dimensioni e la posizione ne giustificherebbero un richiamo. Le notizie che riportiamo hanno quindi come fonte le chiacchierate fatte con la gente del posto ed il parroco che gentilmente ci ha concesso l’accesso per fotografarla anche al suo interno.

La chiesa di Santa Maria si fa risalire alla metà del XVI secolo e, pare, costruita su un precedente edificio religioso del 1200. Purtroppo durante il secondo conflitto mondiale la chiesa fu completamente rasa al suolo e quella che possiamo vedere oggi è la ricostruzione ex-novo fatta dopo la guerra. Ma ci sono elementi che ci incoraggiano ad avvalorare le sue antiche origini. Primo fra tutti il campanile che ha chiari richiami all’architettura religiosa rinascimentale, poi il basamento di una colonna che ora funge da sostegno ad una croce di legno posta nello spazio antistante la chiesa. Infine, all’interno, una tela raffigurante l’Ascensione di Maria tra gli angioletti. Il dipinto è in cattive condizioni e necessiterebbe di una perizia per individuarne l’autore e formulare una datazione. E’ doveroso riportare che chi ce lo ha mostrato ha indicato il 1600 come periodo di appartenenza.