Il presepe della Marineria di Cesenatico

Nel periodo di Natale le barche della Sezione Galleggiante del Museo della Marineria, nello splendido scenario del Porto Canale leonardesco, diventano il palcoscenico di un presepe unico nel suo genere.

Nato nel 1986, il presepe è ad opera degli artisti Tinin Mantegazza, Maurizio Bertoni e Mino Savadori, sviluppato da un’originale idea di Guerrino Gardini. La prima statua scolpita è stata quella di San Giacomo, patrono di Cesenatico, a cui nel corso degli anni se ne sono aggiunte molte altre.

Non si tratta solo di statue tradizionali che si vedono nei presepi, ma anche di figure tipiche della vita marinara – pescatori, falegnami, burattinai, pescivendola, donna con le piadine, bambini e musicisti. Insieme alla Sacra Famiglia, e ai tradizionali pastori, possiamo vedere chi salpa o rammenda le reti, chi conduce le imbarcazioni, chi vende il pesce; senza tralasciare particolari come la presenza di un gruppo di delfini che si affacciano dall’acqua con curiosità.

Le statue sono a grandezza naturale; i volti, le mani, i piedi e tutte le parti esposte sono scolpite in legno di cirmolo, gli abiti drappeggiati sono realizzati in tela irrigidita dalla cera pennellata a caldo su strutture di legno rese voluminose dalla rete metallica modellata nella forma voluta. Il risultato è di grande effetto, reso ancora più suggestivo dalle illuminazioni delle barche che si riflettono sull’acqua del canale.